All Posts By

admin

Giacomo-garau-olio-e-basilico-official

Due Big della Pizza premiano l’astro nascente Giacomo Garau

By | Dicono di noi | No Comments

Attilio Albachiara e Francesco Martucci consegnano il Trofeo Pulcinella al pizzaiolo casertano

CASERTA. È stata una vera e propria investitura per Giacomo Garau, talento emergente del mondo pizza, quella che ha avuto luogo domenica 13 ottobre 2019, nel suo locale Olio & Basilico di Calvi Risorta, in provincia di Caserta. Infatti, il pizzaiolo dell’Alto Casertano, dopo aver vinto il Trofeo Pulcinella, tra le più importanti competizioni internazionali di settore, ha ricevuto la piacevole visita di due icone del mondo pizza, ovvero Attilio Albachiara (Presidente dell’Associazione Mani d’Oro e Organizzatore del Trofeo Pulcinella) e Francesco Martucci, attualmente ritenuto il miglior pizzaiolo del mondo, che nel corso dell’ultima edizione del Trofeo Pulcinella, svoltasi sul Lungomare Caracciolo di Napoli il 3 e 4 settembre scorsi, ha presieduto la giuria della categoria “Pizza Contemporanea”.

Albachiara e Martucci hanno consegnato nelle mani di un emozionatissimo Giacomo Garau l’ambitissima coppa riservata al Primo Classificato della categoria “Pizza Contemporanea” del Trofeo Pulcinella che, vale pena ricordarlo, ha visto competere ben 120 pizzaioli provenienti da diversi paesi del mondo.

“L’Associazione Mani d’Oro – spiega il Presidente Attilio Albachiara – attraverso il Trofeo Pulcinella intende valorizzare tutti quei talenti che, per la qualità e la preparazione dimostrate, hanno le carte in regola per affermarsi al grande pubblico come pizzaioli di classe. Il Trofeo Pulcinella oltre ad essere una gara sana, seria e trasparente, si configura come una importante vetrina per tutti quei giovani piazzaioli di talento, che, nel corso di una competizione internazionale hanno potuto, possono e potranno dimostrare le loro doti e il loro valore. Per queste motivazioni – conclude Albachiara – siamo qua oggi a premiare un pizzaiolo di classe come Giacomo Garau che, ne sono certo, saprà far parlare di sé e della sua pizza”.

“Da casertano – afferma Francesco Martucci, maestro pizzaiolo apprezzato in tutto il mondo – ho accolto con grande piacere la vittoria di Giacomo Garau, un ragazzo della mia provincia, che sta dimostrando di avere le doti giuste per affermarsi e farsi apprezzare anche oltre il territorio dell’Agro Caleno. Sono contento per la nuova vita della pizza e mi fa piacere che tanti giovani del mio territorio si stiano appassionando all’Arte della Pizza. Giacomo deve comprendere che questo premio deve essere per lui un punto di partenza e non di arrivo. Pertanto – chiosa Martucci – mi sento di dargli solo un consiglio: per crescere e affermarsi non bisogna guardare e giudicare la strada che fanno gli altri, ma bisogna pensare solo al proprio percorso per migliorare senza svendersi mai”.

“Vincere una competizione internazionale come il Trofeo Pulcinella – conclude Giacomo Garau – è stata una tappa importante del mio percorso professionale. Ricevere il premio di primo classificato direttamente dalle mani di due pilastri come Francesco Martucci e Attilio Albachiara mi riempie di orgoglio e, al tempo stesso, rappresenta uno sprono a migliorare sempre per non deludere le aspettative e la fiducia riposte in me da chi, come Martucci e Albachiara, apprezza il mio lavoro. Volendo usare una metafora calcistica, oggi mi sento come un giovane calciatore che, con impegno e dedizione al lavoro, riesce a vincere il “Pallone d’Oro” e l’ambìto trofeo gli viene consegnato personalmente da due mostri sacri come Maradona e Pelè. Da domani però occorre guardare avanti e continuare a lavorare con orgoglio e passione”.

 

Fonte: eroidelgusto.it

Olio e Basilico, pizza d’altri tempi Impasti di qualità e topping locale

By | Dicono di noi | No Comments

Siamo poco distanti da Napoli, pressoché al punto d’intersezione tra la Regina Viarium delle gloriose consolari, l’Appia, con la Casilina. 

Cales, il nome antico di Calvi Risorta, ed è alle porte di Calvi Risorta che il prode Giacomo Garau (poco più che quarantenne), dalla moglie coadiuvato, conduce nel suo duplice ruolo di patron e pizzaiuolo la sua pizzeria Olio e Basilico. Diplomato cuoco, principia la sua attività nella ristorazione e poi si lascia prendere, evidente la vocazione, dall’arte bianca, di essa abbracciando il ramo della pizza.

 

Già nel nome è evidente lo spirito che permea la mission di Giacomo Garau: porre a base delle sue pizze, quale ne sia il ghiotto topping, l’essenza dei tocchi primordiali, un saggio back to basics che, ne siamo persuasi, diverrà trend in anno a venire al primo dissolversi delle esuberanti esposizioni mediatiche, talvolta di basso profilo, a cui pizzerie e pizzaioli sono sottoposti.

Giacomo Garau parte dall’impasto, di cui benissimo conosce le tecniche. Sovente, meticoloso il suo esperire, si cimenta con impasti basati su elementi diversi dalle macinazioni del grano: canapa e curcuma innanzitutto.

Di alta qualità gli ingredienti basilari reperiti in filiera corta prevalentemente in Campania. Imperdibile la Bufalina Dop, con Pomodoro San Marzano Dop e con la Mozzarella di Bufala Campana Dop, che viene immessa sul disco di pizza in uscita forno, così preservando freschezza di sapori e texture. Decisamente saporita con gustosi contrappunti di sapori, la Monaco, così denominata per la saliente presenza in topping del Provolone del Monaco Dop. Memorabile la Napoletana, con l’apporto sapido delle alici di Cetara.

Il locale è ampio, tavoli ben distanziati tra loro, in modalità molto più ristorante di classe che non pizzeria vociante; meritoria la competenza, il garbo e la gentilezza del personale di sala. Buone etichette di vini in prevalenza campani ed ottima scelta di birre, non banali. Conto modico in rapporto all’elevata qualità di quanto giunge in tavola.

Fonte: italiaatavola.net

Olio e Basilico, serata stellare con Paolo Barrale

By | Dicono di noi | No Comments

A distanza di un mese e mezzo circa da una prima serata riservata alla stampa (tenutasi lo scorso 18 dicembre e durante la quale il Maestro Pizzaiolo Giacomo Garau presentò il nuovo menu della sua pizzeria ed il progetto di un ciclo di serate con chef stellati) il prossimo lunedì 4 febbraio la pizzeria “Olio & Basilico” ospiterà lo stellato Barrale per una serata interessantissima.

A dare il via a questo percorso di serate a 4 mani tra pizza ed alta cucina, sarà, quindi, lo chef Paolo Barrale (stella Michelin e già executive del Ristorante “Marennà” di Sorbo Serpico) che il 4 febbraio, dalle ore 20, porterà la sua “luce” all’interno della cucine della pizzeria della cittadina di Terra di Lavoro (Calvi Risorta si trova a mezza via tra Capua ed il Parco Nazionale di Roccamonfina, ndr.) per dar vita una serata esclusiva tra stella e pizza.

“Serate come queste –esordisce Paolo Barrale- mi danno una carica notevolissima. Portare i miei piatti in una pizzeria –prosegue lo stellato siciliano- rappresenta per me una sfida veramente interessante. Infatti, oggi il mondo pizza è veramente cresciuto tanto. Sono grato a Giacomo Garau ma anche a Sergio Sbarra, persona di grande qualità –conclude Barrale- per aver pensato a me per questa serata”.

Ad accompagnare lo stellato siciliano (Barrale è originario di Cefalù, ndr.) ci sarà Stefano Parrella, chef dell’ “Osteria La Lanterna” di Mugnano del Cardinale.

Come partner della serata ci sarà l’azienda vinicola “Salvatore Martusciello”, la “Terre Magiche Gourmet” e l’azienda “Goeldlin Collection” di Nola che vestirà Garau e Barrale con giacche appositamente realizzate per la serata.

A coordinare il 4 mani sarà l’Avvocato-Gourmet Sergio Sbarra,civilista del foro di Nola nonché giornalista pubblicista esperto di enogastronomia.

 

Fonte: gazzettadeisapori.it

Call Now ButtonPrenota la tua esperienza